Russian T-14 Mbt

Con MBT anche mettendo solo 10 turni, mappe mini e poche unità, ci si metterebbe troppo. Ogni singola battaglia durerebbe dalle 2 alle 6 settimane. E in una campagna di battaglie ce ne sono parecchie. Oltre all’ipossia, è soprattutto la velocità di salita in quota a mettere a dura prova le capacità di adattamento dell’organismo umano e quindi sembra essere proprio essa a rappresentare un fattore collegabile al concetto di estremo. Dalle esperienze dell’uomo che ha affrontato in vario modo l’alta quota, possiamo ricavare alcune lezioni: affrontare l’estremo significa risolvere il problema della sopravvivenza; esistono due tipologie di persone che affrontano l’estremo: coloro che lavorano in condizioni estreme ed i turisti; l’organismo umano ha notevoli capacità di adattamento all’ambiente; tali capacità possono essere allenate; la natura seleziona gli individui più adatti all’ambiente; il superamento del limite è a volte una questione di tecnica; talvolta la pratica smentisce le convinzioni scientifiche; la tecnologia rende possibile il superamento del limite e rende fruibile per tutti il suo superamento; le attrezzature ultra moderne possono dare una falsa sensazione di sicurezza; le caratteristiche psicologiche sono uniche e determinanti; se si tratta veramente di estremo, il limite è assai prossimo ed il rischio è molto elevato. Il concetto di estremo è legato a quello di sopravvivenza e viene continuamente messo in discussione dall’evoluzione dei materiali, delle tecniche e dell’allenamento.

La memoria a breve termine é considerata composta da un sistema attenzionale a capacità limitata detto “sistema esecutivo centrale”. Tale sistema supervisiona e coordina due subunità che lavorano in sincronia: il ciclo fonologico, implicato nell’immagazzinamento temporaneo del materiale verbale, e il taccuino visuospaziale che si occupa delle relazioni spaziali (Baddeley e Hitch, 1974). In particolare la batteria ripropone il modello di Squire, per cui, oltre alla classica distinzione tra memoria a breve termine e memoria a lungo temine, vi è una ulteriore definizione della memoria a lungo termine, in implicita ed esplicita, e quest’ultima distinta ancora in una componente semantica e una episodica.In neuropsicologia dello sviluppo non esiste, a tutt’oggi, una intera batteria di prove che consenta di valutare le diverse componenti in cui si articola la memoria e che sia tarata per la popolazione pediatrica italiana.

LIMITATI: ACCESSIBILI E INACCESSIBILI E qui il gioco si fa divertente anche se sembra una contraddizione in termini: per pochi ma per tutti. Ma anche per nessuno. Difficile da collocare la Diamonds Shirt di Eton, camicia (pezzo unico da 25 mila euro) arricchita da sette diamanti veri al posto dei bottoni.

Lascia un commento