Repair Mbt Shoes Uk

Troppe volte, secondo l’adagio in voga nelle fabbriche della Marca, i continui salvagenti lanciati a Fiat seccano il drenaggio di fondi destinato al resto del mondo produttivo italiano. Oltre alle aziende già citate ci sono anche imprese affini come Berco di Castelfranco, impegnata nella produzione dei componenti meccaniche per macchine agricole, che ha messo in cassa integrazione 200 dipendenti dopo il crollo delle commesse da parte di clienti come Caterpillar, leader americana arrivata da poco a tagliare oltre 20mila dipendenti. Momento difficile anche per Alessio di Riese, che aveva fatto dei cerchioni la punta di diamante della sua produzione, arrivata ad ottenere la cassa integrazione in deroga, diventata lo scivolo per tentare il rilancio.

Ottime le prestazioni di tutti. Domenico dell stato il migliore di noi, con 3.11 nonostante crampi e nausea (visto, si pu resistere), Luca De Luca (sabato allo stadio ospite di Zola per la sua associazione benefica) appena sopra le 3.30, Stefano Ramini in 3.40, poi Andrea Manenti che per un respiro non si migliorato chiudendo comunque con un bel 3.48 e via gli altri sino a me, stop dopo le 5 ore (5.15, pare, peggior prestazione personale e il grande Michele Pozzessere, MjPoz, che oltre a togliermi l posto per un ginocchio malconcio gestisce con un sorriso esagerato la cosa. Spettacolo.

Il Fiume Verde è la nuova sfida di Stefano Boeri Architetti: la trasformazione degli scali ferroviari dismessi rappresenterà infatti uno dei più grandi progetti di riqualificazione e rigenerazione urbana dei prossimi anni in Europa. Un’occasione unica per ripensare Milano coniugando lo sviluppo urbano con la presenza dei sistemi verdi continui e accessibili a tutti, che migliorano la qualità dell’aria e assicurano la protezione e la moltiplicazione della biodiversità urbana. Si calcola infatti che in un anno il Fiume Verde assorbirà 50 mila tonnellate di CO2 e produrrà 2 mila tonnellate di ossigeno, con 300 tonnellate/anno di inquinanti abbattuti.

La domanda di vernice speciale per carrozzerie ha visto primeggiare in Italia Impa di Refrontolo e Nuova Univer di Susegana a cui fanno seguito gli addetti all’assemblaggio come Mbt e Bucciol. Una mossa giocata d’anticipo per imprimere un’accelerazione al tavolo di confronto con il governo, sempre più propenso ad andare in aiuto all’industria del Nordovest, oggi in lotta con il versante di Nordest, messo ancora una volta all’angolo secondo un parere trasversale da parte di molti politici. Se sarà rottamazione il male peggiore per le imprese trevigiane slegate da Fiat e quindi in concorrenza con l’indotto che gravita attorno a Torino sarà certamente scontro nel mondo dell’industria.

Lascia un commento