Mbt Sandalen Gr. 42

Ed uno speciale galleggiante rimovibile, che permetteva al veicolo di diventare totalmente anfibio (benché con una velocità di navigazione a mezzo cingoli di soli 6 Km/h). Del carro S furono prodotti esattamente 290 esemplari, nel periodo compreso tra il 1960 ed il ’71, e furono offerti anche appalti e forniture a paesi esteri del blocco occidentale. Nessuno oltre alla Svezia, tuttavia, schierò mai questo carro.

L’approccio chirurgico tradizionale è di usare uno scambio modificato (MBT) di Blalock Taussig, che porta il sangue da un’arteria che si dirama l’aorta all’arteria polmonare. La più nuova tecnica, a volte conosciuta come la procedura di Sano o lo scambio ventricolo polmonare giusto (RVPA) dell’arteria, collega il ventricolo destro all’arteria polmonare. Se qualsiasi tecnica viene a mancare, la sola alternativa è un trapianto di cuore..

Io invece li avevo belli e folti ma da quando mi hanno tolto la tiroide si sono indeboliti. Come li cura? Shampoo e balsamo che non inquinano. Tre volte l esco dalla doccia, faccio la coda e la faccio accorciare da mia moglie. A chi è mediamente allenato Hervé suggerisce la passeggiata Al Pancherot partendo da Perrères. Si tratta di un’escursione di circa due ore e trenta che porta ad una cima con un panorama unico non solo sul Monte Cervino ma anche sul massiccio del Monte Rosa. L’ascesa si può fare da diversi punti ma meglio arrivare al parcheggio di Perreres.

Al centro una massa meccanizzata di BTR 60, TO 62 (lanciafiamme) e T 64 porterà un a centro mappa. Coperti dai gruppi di fuoco piazzati sulle colline, avanzeranno fino ad occupare postazioni dalle quali potrò tendere agguati alle forze di Patton in avanzata. La mia fanteria con RPG 7 e le chemical squad con le termobariche potrebbero infliggere danni devastanti a qualsiasi cosa.

Poco ma sicuro che la gioia degli appassionati, in questo momento, sia temperata solo dal dubbio atroce con il quale la folta schiera di fan del franchise di ArmA sono abituati a lambiccarsi fin dall’uscita del primo titolo, giustamente indicato come unico discendente legittimo di Operation Flashpoint: Cold War Crisis. Che ne sarà stato dei non pochi bug che affliggevano il gameplay di ArmA II fino alla sudata patch 1.03? Meglio sgomberare il campo dai dubbi residui, allora, e chiarire come il fatto che OA sia rilasciato come gioco a sé ha permesso qualcosa in più di un semplice ritocco al motore del gioco originale. La sensazione che si ha provando la versione preview in nostro possesso è che la grafica, ad esempio, sia stata ancor più migliorata, specie osservando le ombre proiettate da uomini, veicoli e altri oggetti solidi.

Lascia un commento