Mbt 10 60 Rapid Mortar

E’ allora lecito pensare che, mancando ancora parecchie settimane al rilascio della versione definitiva, si finisca per avere un prodotto privo di difetti rilevanti, che faccia tirare un sospiro di sollievo a quanti, finora, si erano sentiti un po’ scoraggiati dai tanti, e forse troppi, difetti di un comparto tecnico ancora da perfezionare. In compenso, gli ingredienti aggiunti al gameplay sono davvero parecchi, a partire dal parco veicoli e armamenti che, finalmente, vede l’ingresso di protagonisti irrinunciabili dei campi di battaglia contemporanei, dall’elicottero d’assalto AH 64D Apache Longbow al grosso birotore d’assalto Chinook, qui nell’allestimento MH 47 per operazioni speciali. Senza dimenticare l’MH 6 Little Bird, anche lui in versione (come quelli del 160th Tactical Squadron Stalkers visti in Blackhawk Down di Ridley Scott, per capirci), l’immortale APC M 113, il BTR 60 ex sovietico e fucili d’assalto europei come l’FN FAL o il più moderno e leggero SCAR..

Definito in patria come più potente carro armato del pianeta (utilizzato anche lo slogan combattere su Marte in riferimento ai nuovi supercondensatori per l a freddo del motore diesel a meno 50 gradi), è un MBT da 48/50 tonnellate (Abrams e Challenger II ne pesano circa settanta) propulso da un motore diesel a dodici cilindri da 1500 cavalli che gli conferisce una velocità massima di 90 km/h con autonomia di 500 km. Le linee pulite del nuovo carro armato rappresentano il principale cambiamento rispetto alla tradizione russa. La caratteristica fondamentale del nuovo MBT è la torretta totalmente automatizzata e digitalizzata.

I carri sovietici dell non erano a livello dei Panzer, ma i carri tedeschi, costosi da fabbricare, erano pochi e avevano una meccanica da orologio svizzero, di difficile manutenzione. Quelli russi erano rozzi, semplici e, soprattutto, tantissimi. Il successo contro i Nazisti ha anche insegnato una lezione duratura e semplice: se devi invadere l anche solo minacciare di farlo avere molti carri..

In questo studio osservazionale retrospettivo, i ricercatori hanno studiato 62 neonati sottoposti a chirurgia primaria shunt MBT per atresia polmonare presso il loro istituto 1997 2010. I chirurghi chiuso il PDA in 31 pazienti e lasciato aperto in 31 pazienti. I neonati nel gruppo di chiusura del dotto avevano una più alta mortalità 48 ore dopo l così come eventi rianimazione sempre più reinterventi, rispetto ai neonati le cui condutture sono state lasciate aperte.

Ho iniziato a praticare danza e tutto sembrava procedere benissimo fin tanto che un giorno (febbraio 2010) ho iniziato ad avere dolore alla caviglia dx parte interna da non poter camminare. La RM ha evidenziato una lesione subcondrale tibiale che oltretutto non corrisponde alla zona dolente. Ho iniziato ad usare delle scarpe particolari le MBT e devo dire che il dolore si attenuato notando per una sensazione di fastidio (scricchiolio misto a dolore) alle ginocchia nel fare i gradini.

Lascia un commento